logotype
image1 image2 image3 image4

Enrico Ghelardi Boptet - The Cool is Hot

Enrico Ghelardi Boptet
The Cool is Hot
(Isma Record, 2004)

Enrico Ghelardi Boptet The Cool is Hot

Enrico Ghelardi soprano, baritone sax  
Giambattista Gioia flugelhorn  
Leonardo Borghi piano  
Steve Cantarano double bass  
Peppe Giampietro drums 

Tracklist   ---------  
01. That's all 6' 26''
02. Bluesing 6' 10''
03. The way You look tonight 6' 06''
04. Bruna 6' 56''
05. Don't worry 6' 07''
06. Night drive 6' 09''
07. Deja vu 5' 21''
08. Lonely star 6' 30''
09. Four brothers 4' 30''



Per qualche tempo, non molto in verità, quel fantastico jazz definito allora cool venne ritenuto freddo, addirittura gelido...Ben presto, però,..la sua pretesa freddezza si dissolse rivelando un'anima piena di calore e di una carica innovativa che si sarebbe rivelata fondamentale per l'evoluzione del jazz. The Cool is Hot riassume questa verità storica per l'atmosfera che Ghelardi ha saputo, con valido aiuto dei suoi partners, creare. E. Ghelardi giunge a proposito ad infoltire la sparuta schiera dei baritoni che, in verità, neppure negli Stati Uniti ha avuto una gran rappresentanza. Il suo stile, sicuramente originale, evoca rimembranze illustri - Charloff, Gordon, Mulligan, Gullin - musicisti che evidentemente ama e che sicuramente ha attentamente ascoltato e studiato, ma non copiato; buona la tecnica e suadente la voce In questo disco presenta sei composizioni a sua firma assai godibili, in particolare Bruna , che lo propongono anche quale compositore, mentre i tre standard - bellissimo Four Brothers - mettono in risalto le sue capacità di arrangiatore mostrando così tutte le sfaccettature di un'interessantissima personalità artistica.

  Roberto Capasso